Dintorni

 

Gleno

Ai piedi del Parco naturale Monte Corno a quota 550 metri s.l.m. un piccolo nucleo insediativo del comune di Montagna. Vecchi masi, vigneti, prati e boschi caratterizzano il paesaggio con un’atmosfera mediterranea. Accanto a Pinzano, Mazzon e Montagna con i suoi terrazzamenti soleggiati esposti a sud-ovest, Gleno costituisce un luogo ideale per una specie di vitigno di elevata qualità per la produzione di vino rosso quale il “Blauburgunder”, ovvero il pinot nero. La cosiddetta “ora”, il vento leggero che giunge nel pomeriggio dal Lago di Garda da sud, coadiuva non solo la buona crescita dei vitigni di “Blauburgunder”, ma procura rinfresco anche a chi lavora nei campi o agli escursionisti.

 
Ferrovia della Val di Fiemme

La Ferrovia della Val di Fiemme – una linea ferroviaria a scartamento ridotto tra Ora nella Bassa Atesina e Predazzo in Val di Fiemme – durante la Prima Guerra Mondiale fu utilizzata per convogliare le truppe sul fronte delle Dolomiti. Oggi la ferrovia dismessa serve quale sentiero e pista ciclabile.

 

Il viadotto di Gleno

Il viadotto di Gleno offre una vista stupenda sull’intera valle. All’epoca della sua costruzione attorno al 1916 era il ponte ferroviario a curva più elevato della Monarchia asburgica. L’opera, con un’altezza di 29 metri e una lunghezza di 69 metri, fu costruita in soli tre mesi grazie all’enorme sforzo umano senza l’aiuto di macchinari moderni.

 

La cascata di Gleno

La cascata di Gleno si trova sul rio di Trodena – in mezzo al bosco nei pressi del sentiero per Casignano. La forma delle rocce di colore rosso ricorda una marmitta glaciale e probabilmente si è formata durante lo scioglimento di un ghiacciaio.

 

Alture di Gleno e Pinzano

Le alture “Glener e Pinzoner Egger”, monumenti naturali all’interno del Parco naturale Monte Corno, specialmente in primavera sono adatti per le escursioni. I prati sono coperti di fiorellini di Pulsatilla alpina. Gli escursionisti possono riposarsi sulla panchina sotto la croce sulle alture di Gleno, “Glener Egger”.

 

Altare di Hans Klocker a Pinzano

Il piccolo paese idilliaco di Pinzano, anche uno dei nuclei insediativi del comune di Montagna, è situato in mezzo ai vigneti e frutteti. Dal tardo 15° secolo nella Chiesa di S.Stefano esiste un altare a pale del famoso artista brissinese Hans Kocker. L’altare è stato definito uno dei cinque altari a pale più belli del Tirolo. Può essere ammirato prenotando la visita telefonicamente (tel. 0039 0471 820781).

Per ottenere maggiori informazioni clicca qui.

 

Montagna

La località principale Montagna nel recente passato era un luogo climatico di cura lungo la strada delle Dolomiti. Il suo centro è particolarmente degno di visita: i suoi caratteristici vicoli, le vecchie residenze, gli antichi masi e la chiesa neoromanica dedicata a San Bartolomeo con la torre risalente al 12° secolo. Anche Castel Enn, situato sopra il paese non lontano dalla ferrovia, abitato ancora oggi, risale al medesimo periodo.

 

Castelfeder

La collina di porfido situata in posizione strategica nei pressi di Montagna, sopra l’abitato di Ora, fu un insediamento preistorico ed anche in epoca romana e nel primo Medioevo. Lo testimoniano numerosi scavi e reperti nonché i resti di un castello con una cappella dedicata a S.Barbara e muri di cinta. Per ottenere maggiori informazioni clicca qui.

 

Parco naturale Monte Corno

Nel centro del paese di Trodena all’interno di un vecchio mulino ristrutturato è alloggiato il Centro viste del Parco naturale Monte Corno. Qui si può scoprire varie peculiarità del parco attraverso l’osservazione di minuscoli pollini di fiori ingranditi migliaia di volte, di diverse specie di scorpioni e licheni, oppure di un formicaio vivente, o grazie ai richiami di gufi e civette. Ascoltando, invece, i racconti dei carbonari in una capanna fatta di scorze d’albero, è possibile scoprire mestieri ormai dimenticati come quelli degli estrattori di torba o dei “Lergetbohrer” che foravano i larici per estrarne la resina. Nello stagno esterno si possono vedere rane, anfibi e libellule caratteristici di alcune aree del parco. Il fulcro del centro visite è rappresentato da un particolare mulino elevatore, ancora funzionante alto oltre tre piani, unico del suo genere in Alto Adige. Nei mesi estivi durante i giorni di macina la farina viene macinata e lavorata nei giorni di panificazione presso il forno del centro visitatori. I visitatori possono cosi ammirare e conoscere tutto il processo di lavorazione del grano e, infine, anche degustare il pane appena sfornato. Per ottenere maggiori informazioni clicca qui.

 

 

--> Ecco alcuni consigli per belle escursioni!

Planitzer Osteria contadina - Fam. Ainhauser Weissensteiner - Glen 25 - I-39040 Montagna (BZ) - Tel. 0471 - 819 407 - info@planitzer.it - Part. IVA. 02475380214 - Impressum - Privacy